Chi sono

Sono nata a Roma nel marzo del 1965. Vivo a Milano dal 1994. Lavoro come giornalista per il mensile di strada Scarp de’ Tenis, un progetto sociale della Caritas Ambrosiana.

La scrittura, intesa come curiosità del potere creativo ed esplorativo delle parole, è venuta presto, in adolescenza: ricordo le storie scritte sotto il banco durante l’ora di matematica e un piccolo diario segreto, chiuso con una chiave piccola e maldestra, come le prime parole che conteneva.

Scrivo per passione. Perché le storie dell’immaginario restano sempre il posto preferito dove stare, restare, tornare, il luogo che posso portare sempre con me, ovunque io sia, con chiunque io sia. Il posto dell’identità.

Ho pubblicato il primo libro (Il mio Migliore Amico) nel 1998, con le edizioni Paoline Editoriale Libri, un testo sulla disabilità giunto finalista al concorso di letteratura per ragazzi Il Battello a Vapore, edizioni Piemme. Dodici anni dopo, nel 2010, quel premio l’ho vinto con Le Valigie di Auschwitz, pubblicato nel gennaio 2011.

In mezzo e dopo… piccole grandi storie raccontate. E da raccontare.

7 pensieri su “Chi sono

  1. Anna

    Salve domenica 2 ottobre 2011 a SanSevero(fg) leggeremo e degli attori /genitori animeranno “Le Valigie di Auschwitz” per un pubblico di alunni di due classi di 5°elementare presso la Libreria “OrsaMinore”.Ci piacerebbe che lei intervenisse anche con una lettera, tramite e-mail, skype, messanger… se potesse in persona sarebbe favoloso. La prego mi faccia sapere contattandomi per e-mail le darò anche più spiegazioni. Grazie anticipatamente.Una rappresentate di classe e mamma.

  2. Meccariello Fiorenzo

    Sono Fiorenzo Meccariello rappresentante di classe e papà di un alunno della classe 5° scuola primaria U.Fifi di Bastia Umbra, Il 27 Gennaio 2014, abbiamo avuto l’onore e il piacere della sua presenza allo spettacolo teatrale ispirato al suo libro Le valigie di Auschwitz, volevo semplicemente ringraziarla a nome mio personale, dei genitori, degli insegnanti e in special modo dei ragazzi di tutto quello che ci ha trasmesso con la sua cortesia la sua serenità e la sua pazienza nell’assecondare le curiosità dei nostri figli, ai quali rimarrà indelebile il ricordo di questa esperienza per la prima volta nella loro vita, con una vera e grande scrittrice. Le confesso che anche a noi adulti ha risvegliato qualcosa di grande nei nostri cuori in un momento storico così particolare della nostra esistenza. Grazie veramente. Fiorenzo

    1. Fiorenzo non posso che dire, a mia volta, Grazie. Ho incontrato fra voi persone speciali che danno speranza ai nostri cuori malmessi… Coltiviamo la speranza nei nostri figli, mi sembra che sia l’unico modo di affrontare come dice lei giustamente, questo particolare momento storico della nostra esistenza. Un abbraccio a genitori e figli. Daniela

  3. Buongiorno, in qualità di dirigente scolastico dell’I.C. “Vitruvio Pollione” di Formia, chiedo la sua disponibilità nel prossimo anno scolastico ad effettuare un incontro con gli alunni della Scuola relativamente all’importanza della lettura e con specifico riferimento a “Finchè la mia stella brillerà”.
    Grazie
    d.ssa Annunziata Marciano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...