In evidenza

Il volo di Kikujiro, le Valigie di Emeline, la Corona di Fausto, la Timidezza di Pietro, il Cielo di Buenos Aires, l’Adozione di Nirmala, la Stella di Liliana, il Cammino di Giorgia, la Corsa di Hailé, il Coraggio di Irena, l’Argentina di Papa Francesco, l’amore di Anita

E poi una notte sulle scale

immagine e poi

 

Edizioni San Paolo

Dagli 11 anni

Anita suona il violoncello. E ha un’altra passione oltre alla musica, Moby Dick. Un ragazzo più grande che non la guarda neppure di sbieco. Però la sua vita le piace lo stesso. Perché ha tanto amore dentro. Fino a quando… succede qualcosa che spezza i legami. Ci vorrà tanto coraggio per tornare ad amare la vita. Ma Anita ce l’ha.

 

 

 

 

 

Il Papa che ballava il tango

papa-franc-cover

Edizioni Paoline

dai 9 anni

Un calcio al pallone e un libro sotto il braccio. Una gita con gli amici e una serata a ballare. Divertimento studio e impegni non mancano nell’adolescenza di Jorge. Ma come ha fatto a diventare Papa un ragazzino così?

Illustrazioni di Roberto Lauciello

Il cuore coraggioso di Irena

sopraccoperta_Irena_def_aog.indd

Edizioni Mondadori Electa Young

Dagli 11 anni

1943, Varsavia: Irena lavora per i servizi sociali. Entra ed esce dal ghetto per vaccinare gli abitanti ebrei contro il tifo. I genitori ebrei affidano a Irena i loro figli, condannati dal nazismo, e lei li fa fuggire, nascondendoli con documenti falsi in famiglie e istituzioni religiose polacche. Fughe rocambolesche nelle fogne, bambini nascosti nei furgoni, tra i rifiuti, narcotizzati per farli credere morti di tifo: in poco più di due anni 2500 bambini sono sopravvissuti solo grazie a Irena. Il romanzo racconta la sua storia intrecciandola a quella di un ragazzo nella Varsavia contemporanea, Teodor. Teo scoprirà che suo nonno Jakub è uno di quei bambini del ghetto che Irena aveva salvato.

A un passo dalle stelle

libro cammino

Edizioni Giunti – collana Extra – 12 euro

Il cammino non te l’aspetti così…

Giorgia, Matteo, Raffi, Giacomo, Viola, Gus… in cammino sulla Via Francigena. Con loro i genitori e due guide del cammino. Pochi vorrebbero andare in cammino in vacanza. Partono di malumore. Giorgia è malmostosa e pensa di tornare indietro… Ma poi dentro un libro scopre una lettera. E’ di Alessio. Alessioilcamminotisialieve. E chi è? Uno che ha camminato sulle stesse pietre che sta calpestando Giorgia. Ogni giorno Alessio le lascia una lettera in un posto diverso, ogni sera per Giorgia l’attesa di quelle parole preziose. Intanto, Matteo le regala una rosa bianca. Perché proprio bianca? Lui glielo dirà… intanto gli altri sognano di dormire A un passo dalle stelle.

Fino a quando la mia stella brillerà

3949-Sovra.indd

Liliana Segre con Daniela Palumbo

La storia di Liliana Segre bambina e poi giovane adulta.

Settembre 1938, Milano. Una sera come tante, a cena. Il papà Alberto dice a Liliana che non potrà più andare a scuola. Perché lei è ebrea. Liliana non sa cosa vuole dire essere ebrea. Lo imparerà presto… Le leggi razziali escludono, silenziano i diritti fino ad annientare le persone. Liliana, insieme al padre, si ritroverà, il 30 gennaio 1944, sul Binario 21, nei sotterranei della Stazione Centrale di Milano, spinta a forza dentro un vagone merci in partenza per Auschwitz. Il padre non farà ritorno. Liliana ha 13 anni quando entra nel campo di sterminio di Auschwitz. E’ sopravvissuta, ma avrà sempre il ricordo del padre che la saluta mentre sulla neve di Auschwitz i nazisti li separano… non lo vedrà più.

Cover di Desideria Guicciardini.

Introduzione di FERRUCCIO DE BORTOLI.

Edizioni Piemme

Poi sono arrivata Io

L’adozione raccontata ai bambini dal punto di vista di Nirmala, la protagonista di 10 anni, che ha bisogno di essere accolta ma anche di conoscere la verità sulla sua storia, altrimenti non riuscirà a trovare un posto nel mondo. E ad amare i suoi genitori di cuore.

3911-Bro.indd

Serie arancio, Battello a Vapore, Piemme.

Dai 9 anni.

Sotto il cielo di Buenos Aires

E Ines rispose: Solo il silenzio è vergogna, ricordalo Estela

Sotto il cielo di buenos aires_carosello_opera_scale_width

Il video è stato realizzato nell’anno scolastico 2013-2014 dalle classi seconde medie (IIA, IIB, IIC) dell’ Istituto Comprensivo “Ten. Ugo Marini” di Bevagna, ed ha partecipato alla decima edizione del Concorso “Memorie Migranti” indetto dal Museo Regionale dell’Emigrazione Pietro Conti di Gualdo Tadino, (PG), vincendo il primo premio nella categoria scuole. Il video è ispirato a:

Sotto il Cielo di Buenos Aires

Un libro che rafforza la solidarietà e la comprensione tra le Abuelas de Plaza de Mayo e il popolo italiano, da sempre uniti nella ricerca della verità.

Estela Carlotto, Presidente delle Abuelas de Plaza de Mayo

1952, addio Italia. Destinazione Argentina. A Buenos Aires non mancano colori e odori nuovi, idee e amicizie da scoprire, ma ben presto Ines incontra sulla sua strada una dittatura sanguinaria e impara una parola che la segnerà nel profondo: desaparecidos. Si può davvero sparire per sempre? La ricerca della verità fa il giro del mondo e arriva ai nostri giorni, toccando le vite di Angela Maria, Ines, Estela, Luna, Pablo… tutti parte di un grande segreto da svelare e di un unico destino da ricostruire.

Edizioni Mondadori

Cover di  OLAF HAJEK

dagli 11 anni

Disponibile anche in eBook

Il volo del falco nel mio destino

2259-Sovra.indd

Un romanzo di formazione ambientato nel medioevo giapponese. Il Volo del falco nel mio destino racconta le avventure e gli amori di un giovane samurai.

Ed. Piemme 2012 – dagli 11 anni

Cover di Matteo Piana

Kikujiro, cresciuto in un villaggio di contadini, ha sempre sognato di diventare un samurai e suo padre, al compimento dei quattordici anni, lo affida a un monaco perché lo conduca in un castello dove potrà intraprendere la Via della spada. Nonostante le sue umili origini, il ragazzo rivela subito grandi potenzialità e, terminato il suo apprendistato, diventa il guerriero prediletto dal sensei, il maestro di spada. Mentre il ragazzo è lontano per una missione, però, la figlia di Yorimoto, il samurai più valoroso del castello, viene rapita da un clan rivale. Kikujiro è innamorato di Atsuhime e quando scopre che è scomparsa si mette immediatamente sulle sue tracce. Ma la figlia di Yoritomo forse non vuole essere trovata… La battaglia più difficile per il giovane samurai, deve ancora cominciare.

 

Le Valigie di Auschwitz

1726-Sovra.indd

Dai 10 anni.

Un libro dedicato alla Shoah che racconta le leggi razziali dal punto di vista di 5 bambini ebrei, Jakob, Hannah, Carlo, Emeline e Dawid: la loro vita cambia improvvisamente, drammaticamente, con l’avvento delle leggi razziali che polverizzano i diritti civili degli ebrei. E’ il primo passo per renderli soli, poi il viaggio verso i lager con una valigia riempita in fretta. Nei campi di sterminio non sono più persone, diventano haftling, che in tedesco significa prigioniero, sono chiamati stucke (pezzi) e vengono marchiati con i numeri. L’haftling, se funziona va avanti, quando si rompe viene buttato via.

Dal prologo: … Ho saputo che è esistito un tempo in cui dei bambini venivano costretti a partire con una valigia riempita in fretta, per una destinazione che non conoscevano, e non facevano ritorno a casa. Mai più. Da allora nei miei ricordi ci sono anche questi bambini, le loro storie mi riguardano. Anche se non li ho mai conosciuti.

è alla quinta edizione.

Il libro ha vinto il premio Battello a Vapore 2011, premio Laura Orvieto 2011; premio Gigante delle Langhe 2011. Premio Le Terre del Magnifico. E’ fra i dodici titoli italiani entrati nel catalogo della selezione White Ravens 2012, a cura della Jugendbibliotek di Monaco. E’ arrivato secondo all’edizione 2011 del premio Giovanni Arpino.  Tutti i dettagli dei premi… LE VALIGIE DI AUSCHWITZ_premi

Le Valigie di Auschwitz è disponibile anche in eBook al costo di euro 6,99

Re Fausto e la corona che pesava troppo

corona

 Re Fausto ha una corona troppo pesante. Infatti ha spesso mal di testa e non può raccontare favole alla figlia, la principessa Velia. Ha un consigliere noiosissimo che dà solo consigli sbagliati e gli impedisce di togliersi la corona… Ma Velia vuole bene al Re Fausto e farà di tutto per liberarlo del consigliere dai cattivi consigli.

E non solo di quello…

Edizioni  Piemme – Battello a Vapore Serie  Arcobaleno

dai 4 anni

 Ho incontrato…

Il 24 novembre, a Campi Salentina, ho incontrato gli studenti del festival Città del Libro. Una magnifica giornata insieme a ragazzi e ragazze splendidi, pieni di idee, di poesia, indignazione e speranza. Merito (anche) delle loro insegnanti che hanno entusiasmo da vendere! Grazie Campi Salentina… e a presto! I bambini della città di Savigliano (Cn), 10 e 11 maggio – Una bella esperienza con la responsabile della Biblioteca di Savigliano, Casti, che aveva preparato tutto alla perfezione. 6 magnifici incontri con ragazzini vivaci e meravigliosi. I ragazzi di Cortemaggiore (Pc) per ritirare il premio Le Terre del Magnifico e soprattutto per incontrare i ragazzi delle scuole elementari e medie. 18 maggio 2012. Un’atmosfera familiare in queste bellissime terre, con persone affettuose, ragazzi e adulti motivati e appassionati. Foligno, 14 aprile Tre incontri tutti diversi, dalle scuole superiori alle medie, volti diversi di insegnanti ma tutti ugualmente carichi di entusiasmo e di idee. I ragazzi sono (ancora) curiosi e hanno cuori ingenui, nonostante le apparenze. Un lavoro che ogni anno si ripete con tantissimi incontri e persone da incontrare, argomenti da approfondire, e per la prima volta, con molta professionalità, sono comparse le schede di valutazione redatte dai ragazzi sull’incontro con l’autore. Sicuramente un’idea di Ivana Donati, instancabile regista dell’iniziativa… Tutto bene per fortuna! Grazie di cuore a Foligno, cittadina bella e ricca di umanità, e ai ragazzi tutti. Bari, marzo Bari, Terlizzi, Conversano 28 – 31 marzo: oltre 450 ragazzi delle scuole medie ed elementari di Bari, Terlizzi, Conversano. Magnifici! Oggiono (Lc) 17 febbraio Spettacolo teatrale La classe 3F della scuola media di Oggiono (Lc) ha realizzato lo spettacolo ” Il codice Durand” ispirato al romanzo sulla Shoah  “Le valigie di Auschwitz”. Un regista magnifico e ragazzi bravissimi. Grazie! 16 marzo, Sant’Omero Le classi medie del paese di Sant’Omero in provincia di Teramo. L’incontro è avvenuto nella biblioteca pubblica di Sant’Omero (Te). Splendidi ragazzi ben motivati da insegnanti appassionate alla lettura, una bibliotecaria di nome Grazia che organizza da sola, ogni anno, un percorso di lettura su temi sempre diversi, con il suo entusiasmo riesce a coinvolgere insegnanti e autori, sempre con risultati interessanti. La lettura del libro Le valigie di A. è stato condotto da una attrice, Vanessa Dezi, bravissima! Fossano (Cn), novembre Il 16 novembre ho incontrato i bambini della scuola elementare di Fossano (Cn); abbiamo passato un’ora chiacchierando nella bellissima biblioteca del castello di Fossano e dopo quel nostro incontro la maestra, Rita Bergese mi ha gentilmente inviato il testo scritto dai suoi bambini (insieme a lei) sul libro. Sono grata alla passione di Rita e alla curiosità vivacissima! di tutti i bambini conosciuti a Fossano. A presto Fossano! E GRAZIE RAGAZZI!!! Ecco il testo scritto dopo aver letto il libro: CLASSI QUARTA C/D                   1° CIRCOLO      Plesso Einaudi, Fossano  Ci è piaciuto molto il libro “ Le valigie di Auschwitz”. Racconta in modo leggero una storia orribile: la persecuzione e l’uccisione di sei milioni di ebrei. E’ un libro bello, parla di bambini come noi, nei racconti delle loro vite abbiamo ritrovato le nostre gioie, le nostre paure, le nostre insicurezze, il nostro modo di essere amici. Racconta la speranza racchiusa in quelle valigie, ci è piaciuta molto la metafora della valigia come luogo della memoria. Sabato 19 novembre, Cuneo Nell’ambito della manifestazione Scrittori in città c’è stato un incontro sulla Memoria: insieme a me per parlare del valore della trasmissione della Shoah, la scrittrice Monica Dogliani e l’autore teatrale Gimmi Basilotta. Ore 18.30, presso la sala Rossa della Provincia di Cuneo. Mercoledì 23 novembre, Milano Al parco della Martesana, dalle ore 11 alle ore 12, presso l’Anfiteatro, la Grande Fabbrica delle Parole ha organizzato un incontro con l’autore: l’incontro è con i ragazzi della scuola media Ungaretti, di via Fara. Venerdì 16 dicembre 2011, Orbassano (To) Presso il teatro comunale di Orbassano, un incontro con le scuole elementari e medie della cittadina per presentare Le Valigie di Auschwitz. Ore 10. Sabato 17 dicembre, Calimera (Le) Nell’ambito del festival di letteratura di Calimera, un incontro con le classi elementari della città, alle ore 11. Lunedì 16 gennaio, Oggiona (Va) Alle ore 9.30 presso la Biblioteca di Oggiona tre incontri con le classi medie. Martedì 24 gennaio, Milano Alle ore 11 un incontro con le classi elementari presso la libreria Feltrinelli di Piazza Piemonte Giovedì 26 gennaio, Bologna Alle ore 11 un incontro con le classi elementari presso la libreria Feltrinelli

Bra, provincia di Cuneo

Dalle 11 alle 15, giovedì 12 maggio, ho raccontato la storia dei protagonisti de Le valigie di Auschwitz ai bambini di diverse scuole elementari del Piemonte, nello splendido Palazzo Mathis, a Bra. Nell’ambito della stessa Fiera domenica 15 maggio c’è stata la premiazione del premio di letteratura per ragazzi, Giovanni Arpino: Le Valigie di A. è arrivato secondo, il primo premio è andato a “1861, un’avventura italiana” della brava Annalisa Strada. Edizioni Paoline.

Pieve di Cento, Bologna

Sabato 7 maggio, alle ore 10, ho incontrato i ragazzi della scuola media Angelo Gesso a Pieve di Cento in provincia di Bologna nell’ambito di Fieri di leggere, edizione 2011. Era con me Grazia Gotti, profonda conoscitrice della letteratura per ragazzi. E’ lei che racconta il mio incontro sul sito della Fiera. Per chi avesse curiosità

Venezia, Museo Ebraico

Mercoledì 3 maggio ho incontrato insegnanti e lettori al Museo Ebraico di Venezia, grazie a Simonetta e Ugo della Libreria Alef. Un incontro emozionante perché sono stata ospite del museo insieme a Marina Scarpa Campos dell’Associazione Figli della Shoah. Se non l’avete ancora fatto, a Venezia visitate le antiche, straordinarie sinagoghe.

Rovellasca, Como

Venerdì 15 aprile ho incontrato i bambini delle scuole elementari e medie della provincia di Como, in particolare i 4 incontri sono avvenuti nella bella libreria Sistina, dal nome della proprietaria. Splendidi bambini e ragazzi accompagnati da insegnanti motivate.

MILANO, CASA DELLE CULTURE DEL MONDO

Sabato 19 marzo, ore 16, via Giulio Natta 11 (M 1, lampugnano) lo scrittore Bakolo Ngoi presenta il libro Corri Lidja, corri, della Collana Mi Riguarda. Incontro con l’autore e laboratorio per bambini dai 7 anni. Il libro racconta la storia di Lidja, piccola bambina soldato. E’ possibile scaricare l’invito dell’evento.

MILANO, CASA DELLE CULTURE DEL MONDO

Sabato 5 marzo, ore 16, via Giulio Natta 11 (M 1, lampugnano) la scrittrice Annamaria Piccione presenta il libro Spaghetti al curry, che fa parte della Collana Mi Riguarda. Incontro con l’autrice e laboratorio per bambini dai 7 anni. Spaghetti al curry racconta dell’integrazione di Dinesh, un bambino che viene dallo Sri Lanka per andare a vivere in Sicilia. E’ possibile scaricare l’invito dell’evento.

MILANO, SCUOLA ELEMENTARE BONETTI

Giovedì 3 marzo, ore 15, via Tajani 12, incontro con i bambini di IV elementare della scuola Bonetti per presentare Le Valigie di Auschwitz. Erano tanti, di tutto il mondo, con occhi chiari e scuri, grandi e piccini, mi hanno regalato le loro risposte, la loro energia, la loro empatia. Riescono sempre a trovare la via per arrivare dove i nostri sguardi grandi fanno fatica, arrancano, si perdono. Evviva ragazzi, anzi bambini, continuate così, crescete con leggerezza e con stupore!

VITTUONE (Mi)

Gennaio, ore 20, Vittuone, incontro pubblico organizzato dalla Biblioteca di Vittuone. FORZA GIMMI!!! CAMMINATE IN PACE E IN SALUTE. GRAZIE A LUCIA DI AVERMI INVITATA!!

GENOVA Lunedì 7 febbraio, Le Valigie di Auschwitz è stato protagonista del Giorno della Memoria, la manifestazione dedicata alla Shoah e organizzata dalla Provincia di Genova in collaborazione con la rivista Andersen e le edizioni Piemme. E’ stato bello capire come la sensibilità dei ragazzi non impedisca loro (come accade spesso a noi adulti che ci rifiutiamo di guardare alla sofferenza perché non vogliamo restarne “impigliati”…) di voler conoscere e capire. La memoria passa anche da quella loro puntuale e intelligente curiosità. E’ possibile scaricare l’invito dell’evento. L’appuntamento di Genova è segnalato in questo articolo dell’Agi. MILANO Il 27 gennaio, giovedì, per il Giorno della Memoria sono stata a Milano, al Collegio San Carlo, in corso Magenta, per presentare Le Valigie di Auschwitz alle classi quarte e quinte. Il primo appuntamento è avvenuto alle 11 con i bambini di quarta, e il secondo alle 12, con le quinte. E’ stato straordinario incontrarli, loro erano curiosi e preparati (grazie anche a insegnanti in gamba), erano soprattutto increduli, perché perché perché??? L’appuntamento di Milano è stato segnalato in questo articolo de La Repubblica. PADOVA Il 27 gennaio, al Fronte del Porto di Padova,c’è stato un evento-spettacolo in occasione del Giorno della Memoria. Nel corso della serata è stato presentato il libro Le Valigie di Auschwitz.